Nella borsa di Amélie – alla scoperta di Parigi!

Uno dei film da sempre nella mia classifica dei preferitissimi è “Il favoloso mondo di Amélie” e questo Natale per la prima volta visiterò Parigi e potrò finalmente immergermi in questa favolosa città!
Ciò che più amo di questo film sono le immagini e i colori, il fatto che ti sappia trasportare così pienamente in questo mondo parigino tanto da farti sembrare di esserci già stata.
Inoltre Amélie ha lo spirito della vera geek; anche senza smartphone crea enigmi e rompicapo per incontrare il suo Nino… scommetto di non essere l’unica ad essersi immaginata di essere come lei. Spesso infatti, noi amanti della tecnologia, siamo un pò solitarie e introverse; preferiamo fare ricerche su tutti i social su quel ragazzo che ci piace, creando stratagemmi piuttosto che presentarci direttamente!
Ma torniamo alla nostra lista! Ho creato per voi (e, non lo nego, anche per buttarmi avanti con la lista della valigia!) una mini guida per organizzare la borsa da viaggio per chi visiterà questa città durante le feste o in futuro (sempre utile non solo per Parigi!).

diarodiamelie

 

1. Organizziamo lo smartphone

Ho creato una cartella di app con la mappa della città (funzionante anche in offline, ne trovate di molti tipi) + google maps con i punti di interesse già selezionati.
Inoltre non dimentichiamo un traduttore simultaneo perché, si sà, il francese o lo parli alla perfezione oppure meglio evitare figuracce!
Amélie scatta le foto alle nuvole con una mitica Kodak Instamatic. Io mi attrezzo con Hipstamatic e per un’editing veloce Pixlr Express
Oltre al telefono porterò con me una mini power bank per poter ricaricare il telefono all’emergenza; utilizzando sia come guida, sia per scattare foto al volo, la batteria non durerà fino a sera.

 

2. Macchina Fotografica

Non posso partire senza la mia amata reflex con obiettivo fisso versatile e luminoso  (50 mm), per avere dei ricordi con una qualità maggiore e più libertà di espressione.
Stavolta niente flash ne attrezzatura extra, voglio avere il minimo indispensabile per potermi concentrare più sulla ricerca di particolari; le piccole cose che Amélie ama tanto.

 

3. Intrattenimento

Per il viaggio un tablet caricato con qualche libro e la colonna sonora del film per iniziare a trasportarci nel mood + mega cuffie visto che quelle in dotazione in volo sono orribili! Io ho preso queste su amazon, stile retrò e isolamento perfetto dai rumori esterni.

 

4. Diario di Viaggio

Come dimenticare il meraviglioso album di fototessere che colleziona Nino? Mi sono attrezzata per creare un diario di viaggio on the go con un quaderno in carta riso, colla, washi tape e penne colorate. Il tutto in una bag in bag di Muji pronta all’occorrenza per incollare e catalogare ricordi. Ho già segnato l’appuntamento per una foto ricordo alla macchina delle fototessere alla stazione Gare de l’Est.
L’idea del quaderno l’ho copiata dallo stupendo diario di viaggio di New York di Valentina date un’occhiata!

 

5. Beauty & look

La nostra eroina ha un look personalissimo, semplice ma pratico e un’acconciatura impeccabile.. per non farmi trovare impreparata ho allestito un mini beauty case da borsetta con: mollettine, mascara, profumo, rossetto, lipbalm e crema mani!
In questo modo posso stare fuori tutto il giorno senza preoccuparmi di dover tornare in albergo a ritoccare il trucco prima della cena!
Per quanto riguarda un cambio veloce nel bagaglio a mano, ho creato questo look ispirato ad Amélie su Polyvore
Non so se riuscirò a trovare degli abbinamenti simili nel mio guardaroba ma sicuramente farò shopping in viaggio tra le vie del centro!

 

6. Mappa di Amélie

Per le super appassionate del film, non dimentichiamoci infine di segnare nel percorso l’appuntamento al Café des 2 Moulins per mangiare la creme brulè rompendo la crosta con il cucchiaino!
Se siete interessate al percorso del film con tanto di una carinissima mappa disegnata da una collega blogger, vi consiglio anche di dare un’occhiata a questo articolo sul blog di Isabò!

 

Bene, direi che sono pronta a partire,
au revoir et Joyeux Noël!
Carola Speri
Linkedin
Sito web

Comments are closed.