copertina_articolo

Le 5 serie tv che una geek girl non può non aver visto…

Avendo la fama di una che guarda una serie infinita di serie tv spesso succede che mi vengano chiesti dei consigli su cosa guardare. Così oggi ho pensato a voi, e a cinque serie che consiglierei a una geek girl DOC. L’intenzione è di proporvi qualcosa di insolito magari meno conosciuto dal grande pubblico (The Big Bang Theory io non ve lo consiglierei mai ad esempio, ma ho escluso anche i grandi classici come The X-Files, Lost, ecc. ecc.) con la speranza di  stuzzicare la vostra curiosità.

CHUCK

chuck

Genere: Spy-comedy

Trama: Chuck Bartosky lavora in un grande store di elettronica, all’assistenza informatica (il “Nerd Herd”) dopo aver abbandonato gli studi in ingegneria informatica. Vive con la sorella e il marito (entrambi medici) e condivide le sue giornate piuttosto piatte con l’amico/collega Morgan. La sua vita cambia quando dopo aver ricevuto una mail da un ex compagno di università si ritrova con un supercomputer (un database di spionaggio governativo) impiantato nel cervello. Da semplice commesso Chuck si troverà coinvolto nelle trame della CIA affiancato dagli agenti John e Sarah.

Perché sì, perché geek: Chuck è la classica serie leggera ma ben scritta, assolutamente non pretenziosa ma piacevole in ogni suo aspetto. Attrezzature high tech, spionaggio e una buona dose di ironia la rendono irresistibile per qualsiasi geek girl che si rispetti…e poi non manca quel pizzico di tenerezza grazie alla lovestory di turno (godibilissima). Inoltre Chuck è il fidanzato nerd che tutte vorremmo (il fatto che Zachary Levi, l’attore che lo interpreta, sian indubbiamente carino aiuta a rafforzare la portata).

30 ROCK

30rock-590x332
Genere:
Comedy

Trama: 30 Rock racconta le vicende dietro le quinte di una trasmissione televisiva tutto dalla prospettiva dell’autrice Liz Lemon (interpretata dall’autrice di 30 Rock Tina Fey… la  televisione nella televisione nella televisione, nella televisione.. etc etc)

Perché sì, perché geek: Qui la tecnologia centra poco ma 30 Rock è probabilmente (almeno per me lo è) la miglior commedia della televisione americana. La sceneggiatura è densa di battute geniali e riferimenti all’attualità, alla pop culture e alla politica che la rendono senza dubbio di un livello superiore alla media. Inoltre offre un’analisi interessante del pianeta televisivo (almeno di quello statunitense), un punto di vista originale e auto ironico che non può che solleticare chi non è mai sazio di studi sui media. E se non bastasse la protagonista, Liz Lemon, è uno dei personaggi femminili più articolati e completi nel panorama televisivo (che purtroppo di buoni personaggi femminili è sempre stato un po’ povero).

Valide Alternative: The Office, Parks & Recreation, Community

SHERLOCK

sherlock
Genere:
British Drama

Trama: Prendete Sherlock Holmes e John Watson e metteteli nella Londra dei giorni nostri, attrezzateli di nuove tecnologie e di un blog e dategli i volti di due degli attori inglesi più quotati del momento, fate scrivere il tutto da due autori televisivi dal piglio geniale e avrete una delle migliori serie della storia della televisione.

Perché sì, perché geek: In anni e anni di dipendenza seriale ho imparato una cosa, i britannici (sopratutto quelli della BBC) fan poche cose (in confronto alla produzione statunitense) ma le fanno davvero bene. Sherlock rasenta la perfezione, in tutto e per tutto, dalla sceneggiatura, alla regia, alle interpretazioni… sono i tasselli di un puzzle perfetto. Intuibilmente favorito dal genio dell’opera letteraria di Arthur Conan-Doyle Sherlock si colloca nell’olimpio della tradizione televisiva e sicuramente sbaraglia molti concorrenti (anche cinematografici) delle interpretazioni delle avventure di Sherlock Holmes. Perché lo consiglio a voi geek girls? Prima di tutto perché è la serie che consiglio a tutti senza ma e senza se e poi perché vedere all’opera il duo investigativo più famoso della storia con tecnologie all’avanguardia non può che rapire un cuore geek. Inoltre con la messa in onda della prima serie c’era stato un interessante approccio della serie attraverso i social media (i personaggi avevano il proprio profilo twitter, i loro blog sono stati effettivamente messi online), purtroppo l’esperimento perfettamente riuscito inizialmente si è un perso visti i lunghi tempi di attesa tra una stagione e l’altra.

GAME OF THRONES (Il TRONO DI SPADE)

Game-Of-Thrones

Genere: Non classificato (a metà strada tra una serie storica, un fantasy, violenza pura e un soft porno)

Trama: Winter is coming! (Io sinceramente non ho capito nulla)

Perché sì, perché geek: Perché non potete non guardarlo! Non importa se non vi piace il genere fantasy, qua siamo su tutt’altro livello… è come se avessero messo assieme Il Signore degli Anelli, la violenza e la perversione di un film di Tarantino, un soft porno, un serie storica e le complicate trame familiare di Beautiful per dare vita alla più grande droga televisiva del nuovo millennio. Ci sono anche i libri (io non me la sono sentita di leggerli). Attenzione crea dipendenza!

DOCTOR WHO

doctor_who

Genere: Fantascienza

Trama: Il Dottore è un alieno che viaggia nel tempo e nello spazio con il Tardis (la sua macchina del tempo che ha la forma di una cabina blu della polizia britannica) … in realtà la storia è molto più complicata di così, ma spiegare Doctor Who richiede una tesi di laurea, sappiate che è una vera e propria istituzione nel Regno Unito ed è la serie più longeva della storia della tv (l’anno scorso ha compiuto 50 anni…ma non spaventatevi se volete recuperarla basterà cominciare con la nuova versione ripresa dal 2005)

Perché sì, perché geek: E’ la serie nerd/geek per eccellenza, quando mi chiedono perché sono così ossessionata con questa serie, non so dare una vera e propria risposta, mi piace, mi piace tanto e da quando ho cominciato a vederla non riesco a farne a meno. Provare per credere! Attenzione: cercate di chiudere un occhio sugli effetti un po’ rudimentali della prima stagione – mi riferisco alla serie moderna, quella del 2005 – con il procedere degli episodi (e probabilmente un aumento del budget) la resa migliora, in ogni caso se la prima serie non vi convince aspettate la seconda, il cambio di volto del Dottore (sì cambia volto…se no secondo voi come poteva andare in onda da 50 anni?) tra prima e seconda stagione vi stupirà regalandovi quello che è stato proclamato il miglior interprete del personaggio di tutta la serie (sorpassando anche i volti molto amati dagli inglesi della serie classica).

Menzioni d’onore: Battlestar Galactica (sembra una di quelle serie da nerd duri e puri ma la metafora esistenziale alla base di questa serie potrebbe colpire anche l’umanista più convinto)

Stefania Berlasso
Sito Web
Linkedin

Comments are closed.